Agenzia di rappresentanze abbigliamento e calzature

Avendo sperimentato tutte le varianti del rapporto tra agente e cliente, la nostra filosofia imprenditoriale si basa sull’assoluta collaborazione e condivisione di problemi. Le esigenze della clientela, perciò, incontrano la nostra massima attenzione e sollecitudine.

Ci proponiamo anche nel partecipare ad una corretta “gestione” del punto vendita, offrendo la nostra esperienza nella gestione di negozio, reperimento personale, monitoraggio attivo del punto vendita. Negli anni siamo riusciti a sviluppare una rete infrastrutturale suddivisa in 1000 mq di showroom, per la presentazione del prodotto al cliente, gestita da un ufficio amministrativo, da una reception e una rete di agenti che per la maggior parte dei brand ha una competenza territoriale sul Triveneto.

L’obiettivo primario di P.F.C. Studio è attivare gli strumenti adatti a gestire le nuove sfide del mercato, e metterli a disposizione dei nostri Partners, cercando di diventare un’insostituibile strumento e punto di riferimento.

Brands

News

...

Sebago “Askook” per Dynamo Camp

17-05-2024

Dynamo The Good Company, il marchio di abbigliamento outdoor nato creando le divise per staff e volontari durante le attività a Dynamo Camp, primo camp di Terapia Ricreativa in Italia, si lega a Sebago, marchio americano di abbigliamento casual e di calzature fondato nel 1946 a Portland e dal 2017 di proprietà del gruppo piemontese BasicNet. Protagonista della collaborazione è la scarpa “Askook”, considerata un po’ la calzatura-icona della label Campsides di Sebago, il quale contemporaneamente abbraccia una causa importante donando questa scarpa allo staff di Fondazione Dynamo. La ‘Askook per Dynamo The Good Company’ è un modello realizzato a partire dal classico design conservato presso gli archivi storici Sebago, studiato per essere utilizzato nella vita all’aria aperta del camp, ed è in vendita in esclusiva presso lo Store Dynamo a Milano in Via Ponte Vetero e in una selezione limitata di monomarca Sebago, nonché online. Cucita a mano e costruita in pelle conciata a caldo trattata con una ricca combinazione di oli e cere, la Askook per Dynamo The Good Company è resa preziosa da una qualità naturale di lucidità e levigatezza. Presenta soletta in pelle e suole in gomma con texture antiscivolo con dettaglio ornamentale in pelle. La tradizionale etichetta in jacquard si trasforma, personalizzandosi con la scritta DYNAMO.  Il Dynamo Camp si trova a Limestre, all’interno di un’oasi affiliata al WWF di oltre 1.000 ettari in provincia di Pistoia, Oasi Dynamo, e la sua attività consiste nell’ospitare gratuitamente bambini e ragazzi affetti da patologie gravi o croniche e le loro famiglie, per periodi di vacanza e divertimento con assistenza qualificata. L’attività territoriale promossa da Oasi Dynamo rende l’ambiente in cui Dynamo Camp è inserito un caso unico in Italia di sinergia tra conservazione, fruizione ambientale e attivismo sociale. Dynamo The Good Company ha creato per staff e i volontari del Dynamo Camp dei capi d’abbigliamento con un’alta componente tecnica, ma concepiti per essere prima di tutto comodi, semplici e funzionali, adatti per ogni stagione dell’anno. Dynamo The Good Company promuove un nuovo modello d’impresa che si impegna per il bene comune, per questo devolve i propri utili a sostegno dei progetti sociali di Fondazione Dynamo. BasicNet, società con sede a Torino e quotata alla Borsa italiana dal 1999, oltre a Sebago detiene anche i brand Kappa, Robe di Kappa, Jesus Jeans, Superga, Sabelt e Briko, tutti marchi di abbigliamento, calzature o accessori per lo sport e il tempo libero. BasicNet opera nel mondo attraverso un network di imprenditori che, su licenza, producono o distribuiscono i prodotti a marchi del gruppo. A questi, BasicNet fornisce servizi di ricerca e sviluppo, industrializzazione dei prodotti e marketing globale. La società torinese ha chiuso il 2023 con un fatturato consolidato pari a 396,8 milioni di euro (+2,7%), ma le vendite aggregate ammontano a 1,14 miliardi di euro: 820 milioni dalle vendite dei licenziatari commerciali e dirette, 321 milioni dalle vendite di quelli produttivi. L'Ebitda è stao pari a 58,1 milioni, con una crescita degli investimenti in sponsorizzazioni, comunicazione e risorse umane, l'Ebit è arrivato a 41,1 milioni di euro. Nel corso del 2023, BasicNet ha versato dividendi per circa 9 milioni di euro e acquistato azioni proprie per 2,5 milioni. Fonte: https://it.fashionnetwork.com/
...

Gas rientra in MotoGP con Pramac

01-03-2024

Gas rientra in MotoGP con Pramac e lancia il brand Gas Sport Gas torna in Moto GP. Il brand, oggi di proprietà della newco Gas Milano 1984, così ribattezzata dopo il recente cambio di proprietà e l’ingresso di nuovi investitori, prosegue la propria strategia di rilancio tornando in uno sport in cui per oltre vent’anni è stato tra gli sponsor principali del team Repsol Honda al fianco di campioni quali Valentino Rossi, Mick Doohan, Nicky Hayden, Andrea Dovizioso, Casey Stoner e Marc Márquez. L’impegno del marchio veneto nella classe regina del motociclismo riprenderà da quest’anno a fianco del team Ducati Prima Pramac Racing. L’approccio è rinnovato. Gas ha supportato Prima Pramac Racing nel lancio di un nuovo look per la squadra, vincitrice del Campionato del Mondo per Team, prima volta nella storia del motociclismo per una squadra indipendente, cioè non emanazione diretta di un costruttore di motociclette.   Gas ha ridisegnato l'immagine e l'abbigliamento del team: il risultato è una collezione teamwear per le competizioni dall’alto contenuto tecnico, molto performante e con una grande attenzione alla scelta dei materiali. C’è anche una collezione travel-line urban, versatile e fashion, che abbraccia le tendenze del momento con volumi più “relaxed”. Questo rinnovamento dell'immagine del team coinvolgerà meccanici, ingegneri, assistenti, altri membri della crew e ovviamente anche i piloti. La firma della direttrice creativa Gregoria Carmagnini è riconoscibile per l’attenzione quasi ossessiva per i dettagli e il rigore estetico. Per lei, la moda, la donna, l’eleganza e la semplicità sono i punti cardinali del restyling di Gas al quale si sta dedicando, ricorda un comunicato.  Presentata ufficialmente il 28 Febbraio in Bahrain alla vigilia del Gran Premio di Formula 1, con tanto di svelamento della livrea delle moto per la stagione 2024 e dell’immagine e dell’abbigliamento del team, la partnership è stata frutto del dialogo tra Rino Castiglione, Presidente e CEO di Gas, e Paolo Campinoti, Team Principal di Prima Pramac Racing.   In più, per consolidare e rafforzare il legame con il mondo dello sport, a cui è sempre stato profondamente legato, Gas lancia il brand Gas Sport, che sarà dedicato a future co-lab, sponsorizzazioni e capsule collection mirate a sostenere e valorizzare gli sport in generale, anche oltre alla MotoGP. Per garantire una visibilità adeguata a tali iniziative, il brand ha previsto la creazione di una sezione dedicata all'interno del proprio sito web per ogni progetto futuro in quest’ambito. Insieme alla linea per il Prima Pramac Racing Team viene presentata la capsule fashion che Gas ha voluto realizzare in un modo disruptive rispetto al linguaggio tradizionale del mondo dei motorsport. Con tagli dalla forte connotazione moda e femminili (come dimostra l’elemento jumpsuit), la capsule è pensata per garantire un’eleganza inedita per questo segmento.   Il marchio dei due arcobaleni che si fondono in uno, nato come Gas Jeans nel 1984 nel vicentino, è stato acquisito il 1° giugno 2022 dalla società Milano 1984 ed è partecipato dalle holding di investimento Alpha Square Invest, DEA Capital Duke e Bordin Holding.   La nuova società, che si avvale di 180 collaboratori, ha l’headquarter a Chiuppano (Vicenza), lo showroom a Milano, 12 agenzie commerciali distribuite sul territorio nazionale e una presenza importante nei centri commerciali, distribuendo il marchio Gas in circa 650 punti vendita multimarca in Italia, Europa, Africa e Asia. Inoltre possiede una filiale in Ungheria. L’India costituisce un secondo mercato a forte penetrazione e sviluppo. Presente nel Paese asiatico a partire dai primi anni duemila, il brand Gas ha dato ulteriore impulso alle sue attività in India grazie alla joint venture con Reliance Brands, attiva dal 2013. Fonte: Fashionnetwork.com
...

Gas – Focus su donna e lifestyle

27-02-2024

Entra nel vivo il rilancio di Gas. Dalla spinta sulla donna all’espansione retail, il presidente e ceo Rino Castiglione (ex Guess, VF Corp e Benetton) racconta a FashionNetwork.com le prossime tappe di sviluppo della storica azienda italiana di denim, ribattezzata Gas Milano 1984 (ex Grotto SpA) dopo il cambio di proprietà e l’ingresso di nuovi investitori. Cosa prevede il business plan? Quando siamo entrati nel 2022 l’azienda era in concordato, ma la produzione continuava. L’anno successivo ci siamo concentrati su investimenti e ristrutturazione, con un forte recupero dell’ebitda. Nel complesso abbiamo 180 dipendenti, con 30 nuove assunzioni negli ultimi 18 mesi. L’obiettivo è il break-even nel 2024. Al 2027/28 puntiamo a 100 milioni di fatturato, dai 60 milioni del pre-covid.   Il brand ha un forte heritage nel denim. Come sarà la nuova Gas? Stiamo lavorando per creare un’immagine più fashion e casual chic. L’ultima collezione va oltre il denim, che oggi rappresenta circa il 50% dell’offerta. Cresce l’universo apparel per rendere il marchio più lifestyle. Ci aiuterà anche la contaminazione con altri mondi, come lo sport. Siamo partiti dai capi iconici per ottenere uno stile più contemporaneo, anche attraverso l’uso di materiali tecnici.  Puntate sulla donna? L’obiettivo è ribilanciare la collezione portando la donna al 50%, mentre in passato non raggiungeva il 20%. Per farlo abbiamo arruolato Gregoria Carmagnini, ex direttrice creativa di Guess. Una scelta strategica grazie al forte background della designer nel womenswear. Anche la comunicazione sarà sviluppata sull’immagine femminile.  A cambiare look è anche la sede di Milano? Lo showroom di circa 400 mq al 27 di via Tortona ospita le collezioni e gli uffici commerciali e rappresenta la nuova immagine del brand. L’headquarter dell’azienda rimane in Veneto, in provincia di Vicenza.    I negozi ‘vestiranno’ il nuovo concept? Gli store rifletteranno il cambio alla direzione creativa. Oggi abbiamo 5 negozi monomarca in Italia, che sono tornati a performarne dopo il colpo del covid. A livello wholesale il brand raggiunge 650 doors multimarca tra Italia, Europa, Africa e Asia.   Nuove aperture in cantiere? Vogliamo crescere con il partner Reliance Brands, che già gestisce 32 monobrand Gas in India. Lo sviluppo guarda anche oltreconfine. Nel mirino ci sono i Paesi del Sud Est Asiatico, come Indonesia e Thailandia. Stiamo aprendo anche in Benelux e Scandinavia. In Spagna, secondo mercato del brand, abbiamo appena lanciato una nuova struttura commerciale. La filiale storica in Ungheria a trazione retail farà da leva per lo sviluppo in Europa.  Siete attivi anche online? A metà 2023 abbiamo rivoluzionato il sito di e-commerce con un nuovo partner. Dal primo gennaio la parte di Seo e digital marketing fa capo allo specialista Relevate. Nelle prime sette settimane del 2024 abbiamo totalizzato 1/3 del fatturato di tutto l’anno precedente.   Gas era una presenza fissa di Pitti Uomo. Ci sarà il come-back? Ci stiamo lavorando. L’obiettivo è tornare al salone fiorentino con uno spazio adatto al brand. Vogliamo comunicare un messaggio diverso. Ci auspichiamo di riuscire già per l’edizione del prossimo giugno.   Fonte:  FashionNetwork.com
...

Rino Castiglione parla dei nuovi progetti per Gas

09-02-2024

Gas Milano 1984 - prima nota come Grotto Spa, fondatrice del marchio Gas Jeans - prepara il nuovo corso con il presidente e ceo Rino Castiglione, in carica dall’inizio del 2024. L'obiettivo è riportare il marchio del denimwear «nell’albo d’oro dell’eccellenza italiana nel mondo», consapevole del suo potenziale nel mondo della moda, «forse ancor più di 40 anni fa». La Grotto Spa, a rischio di fallimento, è diventata Gas Milano 1984 nel giugno 2022, quando è stata acquisita dalla società Milano 1984 di Andrea Citterio e partecipata da Duke (holding dello stesso Citterio), Alpha Square Invest (holding di Castiglione), Bordin Holding (riferibile a Fortunato Bordin) e dal fondo Dea Capital. Oltere a essere socio fondatore della holding svizzera di investimento Alpha Square Invest, Castiglione è esperto di finanza e di moda, avendo operato in realtà come VF Corporation (come president International), Guess, Benetton e Valentino. Con l’arrivo dei nuovi soci per l’azienda vicentina è partito un programma di investimenti che nel corso dell’anno porterà il capitale sociale da 50 mila a 9 milioni di euro. Il management prevede una crescita a due cifre per quest’anno, che dovrebbe portare al breakeven «probabilmente già nel corso del 2024». «L'obiettivo ambizioso - anticipano i vertici - è raggiungere un fatturato di 100 milioni di euro entro il 2027». L’idea è focalizzarsi sull’estero, partendo da Spagna, Germania, Francia, Austria, Benelux e Ungheria (dove è presente una filiale storica). In India è stata confermata la partnership storica con Reliance Brands (grande distributore locale di brand di alta gamma), che attualmente riguarda 25 negozi monomarca full price e 54 tra corner e shop-in-shop. «La nuova Gas Milano 1984 - afferma Castiglione - volta pagina con obiettivi ambiziosi e il desiderio di dare da subito un messaggio importante al mercato: si riparte dall’eccellenza italiana con una forte spinta verso l’estero». «Il marchio - specifica il neopresidente e ceo - si presenta al mercato con un progetto creativo fortemente rivisitato: una donna molto più protagonista e centrale, oltre a un denim più fluido, inclusivo, elegante e dall’anima casual chic. Abbiamo in mente un nuovo consumatore più giovane, esigente e sperimentatore rispetto al passato, che si approccia ai nostri prodotti in una logica di omnicanalità, tra e-commerce e retail fisico». Gas ha ridefinito il proprio modello di business, concentrando gli sforzi su due pre-collection e due main collection l'anno. La strategia distributiva future è retail oriented mentre è in progettazione un nuovo store concept che riflette la direzione creativa del brand. Dopo la ridefinizione del layout della sede di Chiuppano (Vicenza), Gas si presenta anche con un nuovo showroom a Milano, nel cuore del distretto della moda in zona Tortona. Il team è stato potenziato con 30 nuove assunzioni nel giro di un anno e mezzo, per sostenere la sua crescita e l’innovazione. Nella squadra di Castiglione figurano il direttore generale Stefano Tosin (già manager di successo in Diesel, Marni, Otb e Staff International), la direttrice creativa Gregoria Carmagnini (ex Guess Europe), il direttore vendite Alessandro Allara (VF, Diesel e Guess) e il direttore marketing Nicolas Trentin (Zamperla Group e Ecoluxe London). La nuova società conta complessivamente 180 collaboratori e 12 agenzie commerciali in Italia. Sono circa 650 i suoi punti i vendita multimarca fra Italia, Europa, Africa e Asia. Per oltre 20 anni sponsor del team Repsol Honda, al fianco di campioni come Valentino Rossi, Mick Doohan, Nicky Hayden, Andrea Dovizioso, Casey Stoner e Marc Márquez, quest’anno Gas continuerà il legame con il mondo delle moto accanto al team Pramac Racing.   Fonte: https://www.fashionmagazine.it/

Indirizzo

Via dell Industrie 19/b
Marghera (VE)

Telefono

+39 0415952099

Indirizzo email

info@pfc.it